lunedì 22 aprile 2013

IL SUCCESSO ITALIANO A PARIGI negli anni dell’Impressionismo: la Maison Goupil


Vale una citazione questa mostra ospitata a Rovigo, Palazzo Roverella dal 23 febbraio al 23 giugno 2013 (http://www.mostragoupil.it/)
Numerosi i Boldini presenti alla mostra ma si tratta di opere un po’ meno inflazionate tra le quali spicca un luminoso paesaggio davvero pregevole. Non potevano ovviamente mancare le sue incantevoli dame, in particolare le protagoniste de La visita e Passeggiata Solitaria ma, in termini di fascino femminile, trovo inarrivabili le “Istitutrici ai Campi Elisi” di Vittorio Corcos, di sicuro meno aristocratiche ma soffuse di malinconica grazia.


Carico di tutto il pathos ottocentesco “Il Piccolo Saltimbanco” di Antonio Mancini. “Guardiana di Pecore” con una bambina di Michetti di piccolo formato ma di grande intensità, insieme con altri suoi lavori lo confermano “signore del pennello” come lo definì l’amico e conterraneo D’annunzio.
A chiusura della mostra si ha modo di visitare la pinacoteca dove è stata una gradita sorpresa trovare, tra gli altri, il Giampietrino e Giovanni Bellini.